Madri, mostri, macchine

Continua a fare acquisti COD: 9788832904109 Categorie: ,

 

Rosi Braidotti

Madri, mostri, macchine

A cura di Anna Maria Crispino

Disastri nucleari, biotecnologie, fecondazione assistita, cinema e letteratura di fantascienza punteggiano la costellazione di idee madri, mostri e macchine. Nell’universo scientifico e nell’immaginario culturale il corpo gravido e quello mostruoso si mescolano, restituendo una visione della corporeità femminile come qualcosa di affascinante e mortalmente temibile. Il fenomeno, che privilegia il deviante, il mutante e l’ibrido, sfida così le versioni più convenzionali dell’umano e riafferma il caposaldo del femminismo: la “differenza” come urgenza politica e filosofica.

ROSI BRAIDOTTI
Filosofa pioniera del pensiero femminista, la sua vicenda biografica e intellettuale è caratterizzata dal nomadismo: emigrata in Australia durante l’adolescenza, si è presto trasferita a Parigi per conseguire il dottorato alla Sorbona. Dal 1988 è Distinguished University Professor presso l’Università di Utrecht. È stata insignita di diversi riconoscimenti accademici, fra cui i dottorati honoris causa alle università di Helsinki (2007) e Linkoping (2013). È Fellow dell’Australian Academy of the Humanities dal 2009 ed è membro dell’Academia Europaea dal 2014. Influenzata dalla filosofia di Gilles Deleuze e Luce Irigaray, la sua teoria dei soggetti nomadi è un punto di riferimento essenziale del pensiero femminista. Castelvecchi sta pubblicando tutta la sua opera.

 

Anno

Pagine

Prezzo

Collana

Isbn

Autori

Back to top button