(Cozes, 1602 – Loudun, 1665) Suor Jeanne des Anges nacque in una delle più illustri famiglie della Guascogna. Pare che i genitori l’avessero inviata in un convento per indurla, fin da bambina, a nascondere sotto il velo la sua deformità fisica: piccola di corpo, quasi una nana, probabilmente era affetta da una forma tubercolare delle ossa. Malgrado questo regime di segregazione, un giovane gentiluomo presentò alla famiglia una propo­sta di matrimonio. Al rifiuto opposto dalla madre, Jeanne decise infine di entrare in convento, presso le Orsoline di Poitiers, nel 1622. Storia delle mie possessioni fu pubblicato per la prima volta nel 1886.