(Klamath Falls, Oregon, 1920 – Santa Fe, Nuovo Messico, 2011) Laureato all’Università dell’Oregon e in seguito docente di Storia alla Vanderbilt University, è stato uno dei massimi esperti anglosassoni della storia politica italiana moderna e contemporanea. Durante la Seconda Guerra Mondiale è stato impiegato come agente della Divisione Investigativa Criminale dell’Esercito degli Stati Uniti prima in Nordafrica e poi in Italia, dove entrò in contatto con molti militanti antifascisti. I nemici di Mussolini, pubblicato per la prima volta nel 1961 e poi tradotto in diversi Paesi, è considerato uno studio seminale sulla Resistenza italiana e l’opposizio­ne antifascista.