WALTER BENJAMIN (Charlottenburg, 1892 – Portbou, 1940) Cresciuto in una famiglia ebraica di Berlino, dopo gli studi liceali segue i corsi di Filosofia a Berlino e Friburgo. Nel 1919 si laurea in Filosofia con una tesi sul Romanticismo tedesco e ne­gli anni Venti inizia una prolifica produzione letteraria, con scritti riguardanti il teatro, l’arte, la letteratura. Dopo l’occupazione tedesca della Francia, cerca di fuggire in Spagna ma, per paura di cadere prigioniero dei nazisti, si suicida al confine franco-spagnolo. MASSIMO PALMA Lavora all’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli. Tra le sue pubblicazioni Benjamin e Nio­be. Genealogia della «nuda vita» (2008), Studio su Eric Weil (2008), Politica e diritto in Kojève (2012). Ha curato Economia e società di Max Weber (2003-2017), Piccole ricapitolazioni comiche. Scritti su Hegel 1929-1956 di Georges Bataille (2015) e, con Marina Montanelli, Tecniche di espo­sizione. Walter Benjamin e la riproduzione dell’opera d’arte (2016).