(Trieste, 1903 – Lubiana, 1967) Nato nella Trieste austroungarica, si trasferì in Francia, dove si laureò in Psicologia alla Sor­bona. Fu tra i primi a diffondere le tesi di Freud in una lingua slava. Visse gli anni successivi tra Belgrado e Lubiana fino allo scoppio della guerra, quando si unì alla resistenza slovena contro l’occupazione nazista. Dopo la guerra tornò a Trieste, dove visse per un decennio, per rientrare poi a Lubiana come membro associato della Accademia Slovena delle Scienze e delle Arti (Sazu). Morì senza avere il tempo di assistere all’enorme successo internazionale del suo romanzo Alamut, che sarà più volte ristampato.