(Parigi, 1868-1943)  Chiamata anche «Jane la Folle», è stata una ballerina del Moulin Rouge, ma si esibì in tutti i maggiori locali di Parigi, diventando un’icona della sua epoca. Dopo un’in­fanzia difficile e un periodo di internamento psichiatrico, scopre la danza, facen­done la sua ragione di vita. Nel 1911 sposa il pittore Maurice Biais. Le sue memorie sono state pubblicate nel 1933.