(Travnik, 1892 – Belgrado, 1975)  Nato e cresciuto in Bosnia, tra le due guerre mondiali prestò servizio nella diplomazia del Regno dei Serbi, Croati e Sloveni, poi denominato Regno di Ju­goslavia; in seguito si stabilì definitivamente a Belgrado, sua città di adozione. La sua attività letteraria, cominciata nel 1911, è incentrata sulla prosa narrati­va, ma Andric è anche autore di poesie, di prose liriche e meditative, di saggi e di articoli. È divenuto famoso grazie ai due romanzi-cronache del 1945, La cronaca di Travnik e Il ponte sulla Drina, e ad alcuni racconti sul passato della Bosnia. Nel 1961 è stato insignito del Premio Nobel per la letteratura.