La Russia contro i russi. Esilio, carcere, guerra: la vita al tempo di Putin

Continua a fare acquisti COD: 9788832908633 Categorie: ,

 

ZOJA SVETOVA

La Russia contro i russi. Esilio, carcere, guerra: la vita al tempo di Putin


Dopo l’invasione dell’Ucraina migliaia di russi sono fuggiti dal proprio Paese per paura di arresti, repressioni e mobilitazioni militari. Si sono sparpagliati ovunque: Erevan, Istanbul, Tel Aviv, Riga, Vienna, e persino Sri Lanka e Città del Capo; ma in Georgia, a fronte di poco meno di quattro milioni di abitanti, in alcune settimane se ne sono riversati oltre trentamila, soprattutto tra quelli presi di mira dal governo. A Tbilisi, Zoja Svetova li ha intervistati raccogliendone le testimonianze. Il quadro che emerge è quello di un Paese non più democratico, dove il metodico smantellamento dello stato di diritto e del sistema giudiziario dell’era Putin, che oggi ha messo in fuga la “quinta colonna”, ha prodotto negli anni innumerevoli casi di persone innocenti finite in carcere per crimini altrui. Anche del loro dolore Zoja Svetova si è fatta cassa di risonanza per denunciare l’ingiustizia e la crudeltà di un sistema corrotto.

Con un’intervista di Roberto Saviano.

ZOJA SVETOVA

Giornalista russa di opposizione, figlia di dissidenti e prigionieri politici in epoca sovietica e nipote del primo preside della facoltà di Storia dell’Università di Mosca, fatto fucilare nel 1937 da Stalin, è anche un’attiva militante per i diritti umani. Dal 2008 al 2016 è stata visitatrice delle carceri di Mosca. Il valore dell’essere umano e dei suoi diritti inalienabili è al cuore della sua attività giornalistica e del suo impegno civile, per i quali è stata insignita di diversi premi prestigiosi; da ultimo la Légion d’honneur dell’Ambasciata di Francia a Mosca (gennaio 2022). Castelvecchi ha pubblicato il suo Gli innocenti saranno colpevoli. Appunti di un’idealista (a cura di Vittoria Massimiani, 2019.

First online

 

Prezzo

Anno

Autori

Back to top button