Fango

Continua a fare acquisti COD: 9788832904857 Categoria:

 

Aurelio Grimaldi

Fango. L’omicidio Calabresi e la sinistra italiana

Il 17 maggio 1972 il commissario Luigi Calabresi sta aprendo la portiera dell’auto per recarsi a lavoro quando viene colpito alle spalle; muore di fronte a casa. Sono passati due anni e mezzo dalla morte dell’anarchico Giuseppe Pinelli, precipitato dalla questura di Milano dove si trovava in stato di fermo in seguito alla strage di Piazza Fontana. Due anni e mezzo di una campagna di stampa feroce condotta dalla sinistra comunista e socialista, su tutti Lotta Continua e «L’Espresso», il cui esito, la morte del commissario «torturatore e assassino», pareva inevitabile. Aurelio Grimaldi, allora appena adolescente, ricostruisce la cronaca, i processi e il clima di quegli anni. Dichiarandosi appassionatamente di sinistra, punta il dito contro l’ideologia della falsa sinistra che inneggiava alla violenza e la praticava senza pentimenti; contro una macchina del fango fanaticamente orchestrata e alimentata da settarismi ideologici mai sopiti.

AURELIO GRIMALDI
Scrittore e regista, il suo romanzo d’esordio è Meri per sempre (1987) da cui viene tratto l’omonimo film di Marco Risi. Hanno fatto seguito diversi altri libri (tra i quali Le buttane, Storia di Enza, I violanti, Malaspina) e numerose pellicole (La discesa di Aclà a Floristella, La ribelle, Le buttane, Nerolio, Iris, Un mondo d’amore, Rosa Funzeca e altre). Del 2020 sono il libro (edito da Castelvecchi) e il film da lui scritto e diretto Il delitto Mattarella, sulle fosche vicende dell’omicidio del presidente della Regione Siciliana.

RASSEGNA STAMPA
Il Giornale
Huffington Post
Libero

 

Anno

Pagine

Prezzo

Collana

Isbn

Autori

Back to top button