Diario dal ghetto di Varsavia

Continua a fare acquisti COD: 9788832826333 Categoria:

 

Emanuel Ringelblum
Diario dal ghetto di Varsavia

A cura di Jacob Sloan
Con uno scritto di Samuel D. Kassow
Negli anni terribili che portarono allo sterminio degli ebrei polacchi, Emanuel Ringelblum, studioso e attivista politico, riuscì a creare una rete clandestina per raccogliere documenti e testimonianze dentro le mura del Ghetto di Varsavia. Questo prezioso archivio – più di trentacinquemila fogli nascosti in contenitori per il latte, sepolti tra le macerie – ci mostra come la persecuzione nazista sia penetrata, disfacendola, nella vita delle comunità ebraiche prima ancora che nei campi di concentramento: dalla disgregazione familiare alla precaria economia di contrabbando, dalla cancellazione dello stato di diritto alle delazioni, agli slanci di umanità. Fino alla rivolta che segnerà la fine del Ghetto e dei suoi abitanti. Osservare, annotare, tramandare erano allora una forma necessaria di resistenza, uno dei fronti su cui occorreva lottare. Ringelblum usò carta e penna come armi in un’eroica e disperata guerra per la memoria; il suo archivio è divenuto un simbolo di resistenza culturale.
EMANUEL RINGELBLUM
(1900-1944) Storico polacco di origine ebraica, affiancò sempre l’impegno politico e l’intervento sociale all’attività di studioso. Organizzò conferenze e dibattiti pubblici, sostenne lo studio come forma di resistenza. Prima della guerra era noto soprattutto per le sue opere sugli ebrei polacchi nel Diciottesimo secolo, ma durante l’occupazione nazista di Varsavia si impegnò nel movimento clandestino. Nel 1944 la Gestapo scoprì il nascondiglio dove aveva trovato riparo e lo fucilò insieme alla moglie, al figlio e alle altre trentacinque persone che erano con lui.

 

Anno

Collana

Isbn

Autori

Back to top button