Simone Weil

(Parigi, 1909 – Ashford, 1943)
Nata in una famiglia di ebrei non praticanti, si laurea in Filosofia all’École normale supérieure e insegna nei licei di varie città di provincia. Nell’inverno del 1934, per poter parlare con cognizione di causa della condizione operaia, lavora come manovale nelle fabbriche metallurgiche di Parigi. Rappresentante della Sinistra rivoluzionaria, comunista antistalinista, partecipa alle Brigate Internazionali nella Guerra Civile spagnola. Alla fine degli anni Trenta si avvicina al Cristianesimo, vivendo la fede in maniera profonda e radicalmente libertaria. Durante la guerra lavora nei servizi di France Combattante, ma, colpita dalla tubercolosi, muore in Inghilterra il 24 agosto 1943. Di Simone Weil Castelvecchi ha già pubblicato Manifesto per la soppressione dei partiti politici (2012), Dichiarazione degli obblighi verso l’essere umano (2013), L’amicizia pura (2013), Padre nostro (2015), Viaggio in Italia (2015), Venezia salva (2016), La persona è sacra? (2017) e Lettera a un religioso (2019).

Visualizzazione di tutti i 2 risultati

Back to top button